AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

TOSAP

Calcolo della Tosap e tariffe (incompleto in fase di costruzione)

La Tosap si determina in base a:

  • superficie effettivamente occupata, espressa in metri quadrati o in metri lineari, con arrotondamento all’unita superiore (mq 1,37 = mq 2). Non sono tassabili le occupazioni che, in relazione alla medesima area di riferimento, sono complessivamente inferiori a mezzo metro quadrato o lineare; le superfici oltre i 1000 mq possono essere calcolate al 10%. Per le occupazioni realizzate con l’installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante le superfici sono calcolate in ragione del 50% fino a 100 mq; 25% per la parte eccedente i 100 mq fino a 1000 mq; 10% per la parte che supera i 1000 mq;
  • classificazione di strade, spazi ed aree pubbliche in almeno 2 categorie. L’elenco di classificazione è deliberato dal Comune, sentita la commissione edilizia, o dalla Provincia.

La Tosap è determinata sulla base delle misure massime e minime indicate nelle tabelle riportate di seguito, che costituiscono i limiti di variazione riferiti alla prima delle categorie in cui sono classificate le aree pubbliche, a seconda della loro importanza.

La misura dell’ultima categoria non puo essere inferiore al 30% di quanto deliberato per la prima. Si ricorda che l’importo da corrispondere all’ente dev’essere arrotondato al centesimo.

Per quanto riguarda le occupazioni permanenti, la tassa e dovuta per anni solari in base alla superficie occupata secondo il seguente schema:

//////////

Per quanto riguarda le occupazioni temporanee invece:

//////////

Particolari casistiche relative a riduzioni o maggiorazioni sono oggetto di regolamentazione separata.